Card Player Magazine Controller accusato di furto per più di $ 1 milione ha un sacco di mistero nella storia

Come ha fatto un? Giocatore di carte il controller della rivista riesce a rubare presumibilmente $ 1.1 milioni nel corso di cinque anni senza che nessuno se ne accorga fino a dopo le sue dimissioni? Queste sono le domande sollevate dopo l’incriminazione di Shelby McCann di giovedì, che si fa anche chiamare Anna McCann, un’accusa che include 23 capi di imputazione per furto e un conteggio di atti illeciti riguardanti i computer.

È anche misterioso il motivo per cui il caso piuttosto di alto profilo – che coinvolge due dei migliori giocatori di potere della comunità di poker di Las Vegas, Barry e Allyn Shulman – è stato trattato solo nell’MSM da Las Vegas Review-Journal (LVR-J) il tribunale ha battuto il giornalista David Ferrara quando si è rotto giovedì, nonostante McCann fosse stata estradata dalle Hawaii, dove è stata arrestata nel lontano maggio.

Secondo l’accusa, McCann avrebbe incanalato i soldi da Giocatore di carte magazine, dove ha lavorato come financial controller dal 2011-2016.

È accusata da un procuratore distrettuale della contea di Clark di aver usato i soldi della rivista per uso personale, inclusi pagamenti con carta di credito, spese personali e persino un aumento non autorizzato.

Sebbene le accuse sembrino indicare un chiaro caso di presunta appropriazione indebita, tutte le accuse tranne una riguardavano il furto. Anche gli stessi Shulman si sono riferiti agli atti di McCann come “appropriazione indebita”.

Due lati della storia

La famiglia di McCann nega con forza le affermazioni, tuttavia. Su una pagina Go Fund Me (GFM) che è stata chiusa improvvisamente venerdì pomeriggio, la contabile ha tentato senza successo di raccogliere fondi per le spese legali: in tre mesi, aveva raccolto solo $ 468 su un obiettivo di $ 20,000.

Suo marito Benjamin McCann ha detto Giocatore di carte la rivista sostiene che la maggior parte delle prese di McCann alla società fosse fraudolenta, cosa che contesta con virulenza:

Questa è una ritorsione vendicativa e sono pienamente motivato a difendere Anna e punire le persone responsabili di aver inflitto questo tipo di danno a lei e alla nostra famiglia”, ha scritto Benjamin McCann sulla pagina ora chiusa.

Anche i dettagli del suo arresto e della procedura di estradizione alle Hawaii sono inesistenti, il che è ancora una volta insolito in un caso di questa portata. McCann è stata arrestata mentre viveva a Captain Cook, Hawaii, dove viveva con Benjamin e tre bambini mostrati chiaramente sulla pagina GFM, anche dopo la sua chiusura.

Benjamin McCann ha scritto sulla pagina di crowdsourcing tre mesi fa, tuttavia, dicendo:

“Attualmente Anna non può fare altro che stare in prigione qui alle Hawaii. 2 avvocati separati mi hanno informato che non posso nemmeno ottenere un’udienza per la riduzione della cauzione o per archiviare il caso finché non viene trasferita in Nevada. Lo scenario migliore in questo momento è che si trovi in ​​prigione per altri 35 giorni circa perché il Nevada decide di non venire a prenderla.

Personalmente, spero che questo acceleri e che avremo una possibilità in tribunale. Personalmente non vedo l’ora di fare a pezzi le pigre capacità investigative di un detective della metropolitana e chiamare fuori alcuni bugiardi professionisti di fronte a un giudice “ Benjamin McCann ha aggiunto sulla pagina GFM.

Cosa ci ha messo così tanto tempo?

Il vero mistero qui è perché ci sono voluti sette anni per portare McCann davanti alla giustizia. Ad un certo punto, dopo le dimissioni di McCann nel 2016, gli Shulman — che possiedono Giocatore di carte — hanno detto di aver notato che mancavano i soldi quando sono andati a pagare le spese della propria azienda.

“All’improvviso non c’erano soldi per pagare le bollette… che diamine sta succedendo?” Allyn Shulman ha detto al RJ.

Le accuse contro McCann costituiscono un crimine di categoria B in Nevada, che comporta una pena detentiva fino a 10 anni. Non è chiaro se abbia una rappresentanza legale e nessuna data del processo è stata annunciata nella storia di Ferrara.

Lascia un commento