Bobby Baldwin — Dirigente di lunga data del casinò di Las Vegas ed ex professionista di poker — Uscire da MGM Resorts

MGM Resorts International ha annunciato giovedì che il dirigente veterano Bobby Baldwin lascerà l’azienda entro la fine dell’anno.

Baldwin è presidente e CEO di Project CityCenter dal 2005 e ricopre anche il ruolo di chief customer development officer per MGM.

Contributo al gioco “incommensurabile”

In precedenza, Baldwin era stato presidente del Bellagio e CEO di Mirage Resorts, tra le altre posizioni in una carriera a Las Vegas iniziata nel 1982 quando è stato assunto come consulente presso il Golden Nugget.

Pochi hanno svolto un ruolo più centrale nella crescita e nella trasformazione dell’industria dei giochi di Bobby e i suoi contributi in più di tre decenni sono incommensurabili”, ha affermato MGM in un comunicato stampa. “MGM ringrazia Bobby per tutto ciò che ha fatto per l’azienda e per tutto ciò che ha significato per questo settore e gli augura il meglio per il futuro”.

Baldwin è stato recentemente nelle notizie per un incidente che ha subito l’anno scorso. Nel luglio 2017, il dirigente è stato gravemente ferito dopo essere caduto da due rampe di scale all’Aria Casino. Il dirigente del gioco si è rotto le spalle, il bacino e le costole e ha avuto bisogno di 40 punti per ferite alla testa, ma nessuna delle lesioni era pericolosa per la vita.

“È davvero incasinato, ma si riprenderà completamente”, ha detto il figlio BJ Baldwin su Instagram dopo la caduta. “È circondato da persone che lo amano”.

Non è chiaro se le lesioni o il processo di recupero di Baldwin abbiano qualcosa a che fare con la sua uscita dalla MGM, poiché la dichiarazione della società non ha offerto una spiegazione per la sua partenza, né è stato mai emesso alcun seguito pubblico riguardo al suo processo di guarigione.

Poker Pro Legacy 

Mentre Baldwin ha avuto una carriera illustre lavorando nell’industria dei giochi, il 68enne una volta era meglio conosciuto per le sue abilità al tavolo da poker.

Baldwin ha vinto quattro braccialetti delle World Series of Poker nella sua carriera, inclusa la sua vittoria nel Main Event delle WSOP del 1978, quando ha vinto un premio di $ 210,000 superando un field di 42 giocatori. All’epoca, ciò ha reso Baldwin il più giovane vincitore del Main Event delle WSOP a soli 28 anni, anche se quel record è stato superato più volte negli anni successivi.

L’impatto di Baldwin sul mondo del poker si fa sentire ancora oggi. È l’omonimo di Bobby’s Room, la poker room high-stakes del Bellagio, che ha ospitato i più grandi cash game di Las Vegas con molti dei migliori giocatori del mondo.

Baldwin si è guadagnato il soprannome di “The Owl” grazie alla sua conoscenza di un’ampia varietà di argomenti. Oltre alla sua abilità nel poker, era anche conosciuto come un giocatore di biliardo di alto livello nei suoi giorni più giovani.

Lascia un commento