Bancarelle di offerte del casinò satellite della Pennsylvania, nessuna proposta ricevuta durante la quinta asta

Nessuna offerta di casinò satellite è stata presentata all’asta del venerdì del Pennsylvania Gaming Control Board (PGCB).

Rinviato da mercoledì a causa di una tempesta di neve, i sei restanti offerenti qualificati dello stato hanno deciso di non presentare proposte per le strutture di gioco che possono ospitare fino a 750 slot machine e 40 giochi da tavolo. L’offerta minima è di 7.5 milioni di dollari per ricevere uno dei 12 permessi autorizzati.

Quattro aste precedenti si sono rivelate molto più fruttuose.

I proprietari del Mount Airy Casino Resort hanno preso il terzo round con una proposta di $ 21.2 milioni e hanno selezionato la contea di Lawrence a nord di Pittsburgh. Greenwood Gaming and Entertainment, società madre di Parx Casino vicino a Philly, ha vinto l’ultima asta offrendo $ 8.1 milioni e ha bloccato la contea di Cumberland a ovest di Harrisburg.

La prossima asta è prevista per il 21 marzo.

Lo stato continua a vincere

Lo scorso autunno, l’Assemblea Generale della Pennsylvania e il governatore Tom Wolf (D) hanno autorizzato i 12 casinò satellite nell’ambito di un massiccio pacchetto di espansione del gioco d’azzardo. La legislazione aveva lo scopo di aiutare a colmare un deficit di finanziamento del budget di $ 2.2 miliardi.

Insieme ai mini-casinò, il disegno di legge ha legalizzato il gioco d’azzardo online, i fantasport giornalieri, ha stabilito i regolamenti sulle scommesse sportive e ha permesso la creazione di sale da gioco all’interno dei terminal aeroportuali e slot machine presso alcune fermate di camion.

Il legislatore ha assunto $ 100 milioni in spese di licenza anticipate dai satelliti. Nonostante lo stallo del quinto round, l’espansione ha già generato circa 119.5 milioni di dollari di nuove entrate per lo stato.

Più denaro arriverà indipendentemente dalle successive aste di mini-casinò. Affinché le sedi possano offrire i 40 giochi da tavolo, gli operatori devono versare una commissione aggiuntiva di $ 2.5 milioni in aggiunta alle loro offerte vincenti.

I casinò fanno un’offerta

Con zero offerte presentate, il processo di asta del casinò satellitare ora qualifica nuovi potenziali offerenti. Il round iniziale era aperto solo ai 10 titolari di licenza di casinò di categoria 1 o 2 della Pennsylvania.

Il round di “asta successiva” del Gaming Control Board ora invita i due licenziatari di casinò resort di categoria 3 dello stato, il Lady Luck Casino a Nemacolin Woodlands Resort e il Valley Force Casino Resort, a entrare nella mischia.

Se tutti e 12 i satelliti non dovessero essere assegnati, il PGCB determinerà se “è nel migliore interesse del Commonwealth” tenere aste aggiuntive con operatori di gioco senza licenza invitati a partecipare.

Las Vegas Sands, che possiede Sands Bethlehem, aveva vinto la quarta asta con un’offerta di $ 9.8 milioni. Ma la proposta è stata successivamente respinta dopo che è stato rivelato che il raggio di 15 miglia selezionato dalla società si sovrapponeva a un’offerta vincente precedente.

Questa settimana, Sands ha annunciato la vendita del resort di Bethlehem per 1.3 miliardi di dollari alla Poarch Band of Creek Indians of Alabama. La filiale di gioco della tribù, Wind Creek Hospitality, potrà fare un’offerta per un casinò satellite una volta che l’acquisizione sarà approvata dai regolatori statali.