Arizona Charities ha colpito Bonanza con i jackpot non reclamati dei casinò

Gli enti di beneficenza dell’Arizona stanno beneficiando di un programma in cui tre casinò con sede a Phoenix stanno donando jackpot non riscossi. Gestite da Gila River Gaming Enterprises, Inc., le tre strutture sono Wild Horse Pass, Lone Butte e Vee Quiva.

I giocatori hanno 180 giorni per richiedere il loro denaro. I resort accettano video poker, slot e altri giochi da casinò che hanno biglietti che non sono stati riscattati e li mettono in un account.

Dopo l’anno fiscale, che termina ad agosto, premiano i soldi alle organizzazioni meritevoli che hanno fatto domanda.

“È nostro privilegio fornire questi fondi a organizzazioni no profit così incredibili che avvantaggiano la vita degli abitanti dell’Arizona”, ha affermato Kenneth Manuel, CEO di Gila River Gaming Enterprises Inc..

L’azienda non rivela quanti soldi vengono raccolti, né i gruppi che ricevono denaro, ma un portavoce delle pubbliche relazioni dell’azienda ha affermato che uno dei destinatari dell’anno scorso era una scuola che ha utilizzato i fondi per attrezzature per l’educazione fisica.

Las Vegas non è così caritatevole

Nessun programma del genere esiste in Nevada. I clienti hanno un tempo prestabilito per incassare il biglietto e quella data è sul pezzo di carta. In caso contrario, hanno 180 giorni per riscuotere o perdere.

Nel 2016, è stato riferito che i clienti non avevano recuperato $ 35 milioni in buoni in cinque anni. Una parte considerevole di quei soldi va allo stato.

Questa politica fa parte di un disegno di legge che il membro dell’Assemblea William Horne, (D-Las Vegas) ha approvato nel 2011, che prevede che il 75% delle entrate raccolte vada al fondo generale e il 25% rimanga ai casinò.

I motivi per i soldi raccolti includono le ricevute perse o distrutte o che i giocatori hanno semplicemente dimenticato. I biglietti vengono lasciati anche quando sono piccole quantità, come un foglietto che contiene i centesimi di una slot machine.

I fan dei cuccioli conservano i ricordi

A volte gli scommettitori non incassano di proposito i biglietti vincenti. I fan dei Chicago Cubs erano così eccitati quando hanno vinto le World Series 2016 che molti hanno conservato le loro schedine come souvenir.

Il bookmaker CG Technology, che opera presso il Venetian, il Cosmopolitan e molti altri casinò, ha dichiarato a ESPN.com di aver preso circa 4,000 scommesse sui Cubs per vincere le World Series lo scorso anno. Circa il 30% di questi non è stato consegnato e i funzionari hanno stimato di aver risparmiato $ 100,000.

Molti dei cacciatori di souvenir hanno fatto piccole scommesse, ma anche con una probabilità di 5-1, una scommessa di $ 20 avrebbe restituito $ 100. The Golden Nugget ha dichiarato a ESPN.com che poco più del 20 percento delle scommesse Cubs World Series non sono state reclamate, inclusa una coppia di scommesse da $ 600 a 5-1 che avrebbero pagato $ 3,600 ciascuna.