AAF in partenza veloce mentre gli scommettitori triplicano l’azione prevista e le valutazioni TV battono l’NBA

L’American Alliance of Football (AAF) doveva essere una lega costruita sulle scommesse sportive, e anche se non è stato esattamente così durante la prima settimana, i primi ritorni sono comunque incoraggianti.

Nonostante il fatto che non ci siano cronologia e numeri a sostegno delle scommesse, i bookmaker erano ancora impegnati nella finestra delle scommesse sulle prime quattro gare del campionato.

“Era più di quanto mi aspettassi”, Joe Asher, CEO di William Hill US, ha dichiarato all’Hartford Courant. “Piccola rispetto alla NFL, ma non male considerando che è un campionato nuovo di zecca.”

Le cifre esatte non sono state rilasciate, ma un bookmaker del Westgate Las Vegas Superbook ha paragonato l’azione a un tipico gioco NBA.

Il vicepresidente della corsa e dello sport presso MGM Resorts International, Jay Rood, ha affermato che mentre le scommesse erano “abbastanza leggere”, si trattava ancora del triplo di quello che si aspettavano di vedere.

Punta dell’iceberg delle scommesse?

Sebbene la gestione iniziale delle scommesse AAF sia un segnale promettente, non è proprio quello che la lega aveva in mente quando è stata lanciata l’anno scorso.

I fondatori della Lega erano espliciti nel loro desiderio di sfruttare il nuovo panorama delle scommesse sportive negli Stati Uniti, con Charlie Ebersol che affermava che l’obiettivo era “rivoluzionare l’esperienza delle scommesse sportive”.

In effetti, il co-fondatore Ebersol è arrivato al punto di suggerire che gli stipendi si sarebbero basati in parte sul numero e sulle dimensioni delle scommesse in-game effettuate sulle prestazioni di un giocatore tramite l’app mobile AAF.

Tuttavia, non solo la funzione di scommesse non era disponibile per la settimana di apertura, ma l’app stessa è stata un disastro, portando a una raffica di lamentele su Twitter.

I funzionari dell’AAF non hanno rilasciato commenti sui primi risultati delle scommesse, né su quando le scommesse in-game potrebbero essere disponibili sull’app.

Nessun affaticamento del calcio

Almeno finora, gli ascolti televisivi sembrano indicare che l’America ha ancora fame di calcio, nonostante il Super Bowl si sia concluso solo una settimana prima.

Se l’interesse iniziale per le scommesse sul campionato è stato una lieve sorpresa, le valutazioni sono state uno shock completo.

È improbabile che la lega possa sostenere valutazioni così alte; anche i campionati caduti come XFL e USFL hanno iniziato alla grande.

Ma le scommesse sportive potrebbero essere ciò che alla fine separa l’AAF da quei fallimenti, se la lega riesce a metterla insieme in tempo.

“Le persone vogliono scommettere su ciò che possono guardare”, disse Rood dell’MGM al Courant. “Per una nuova lega primaverile, ha delle gambe sotto”.

Lascia un commento